I LIBRI

 

I miei libri

 

 

LO SPETTRO DEL CAPITALE – Codice Edizioni

copertina del libro
Descrizione

Durante gli ultimi vent’anni il capitalismo ha conosciuto un cambiamento epocale: da un’economia prevalentemente materiale, veicolata dalla legge della domanda e dell’offerta e dalla produzione di merci fisiche, si è passati a un’economia dell’immateriale e alla produzione di un bene intangibile e non “mercificabile”: la conoscenza. In questo passaggio si sta verificando però un pericoloso attrito: il capitalismo tende infatti ad assorbire nelle proprie logiche di privatizzazione e mercificazione il processo produttivo della conoscenza, che per sua stessa natura è un bene comune e collettivo, soffocandone così lo sviluppo. Sergio Bellucci e Marcello Cini studiano questo fenomeno da molto tempo; ne “Lo spettro del capitale” la loro analisi si concretizza in una denuncia e allo stesso tempo in una proposta. La denuncia è rivolta alla politica, soprattutto alla sinistra, incapace oggi di cogliere i segni di quanto sta avvenendo, e per questo di interpretare e farsi carico dei bisogni dei lavoratori. La proposta è quella di promuovere a sistema una nuova logica produttiva, che oggi sta già emergendo autonomamente dal corpo sociale, basata sugli stessi principi su cui si fonda la diffusione della conoscenza: condivisione, cooperazione e democraticità.

E-WORK. LAVORO, RETE, INNOVAZIONE – Derive e Approdi

Acquista a 1,99 Euro il libro in formato PDF

By clicking the button below, I agree with the Terms & Conditions.

 

Descrizione

E-work affronta l’impatto delle tecnologie digitali sulla vita umana a partire dalla condizione del lavoro. Dopo una somministrazione “omeopatica”, riservata agli adepti della nascente “religione informatica”, la medicina digitale viene ora iniettata a dosi crescenti verso il cuore della collettività. L’ubiquità applicativa ne consente un’espansione del dominio oltre i confini tradizionalmente caratteristici delle precedenti tecnologie.
Ma cosa ha potuto generare una forza così imponente? Cosa c’è dietro i bit? Quali dinamiche sostengono l’impatto di tale tecnologia nel cuore della società? Il libro affronta la trasformazione partendo dai legami che la “base” matematica della rivoluzione digitale ha con l’apparato tecnologico vero e proprio, fino ad arrivare alle conseguenze che essa sta producendo nel campo della psicologia cognitiva. Naturalmente il lavoro è il luogo della più imponente delle trasformazioni messe in atto dal digitale. Per un lungo periodo, però, la novità ha abbagliato le analisi dei teorici, producendo o un rifiuto a comprendere la rivoluzione o a enfatizzarla come il nuovo assoluto. La realtà, invece, assume i contorni più complessi di una interazione, che il libro descrive come un territorio contrassegnato da nuovi segnali e sentieri. E-Work si rivolge non solo a intellettuali o persone che in questi anni si sono interrogati intorno alla nuova condizione del lavoro, ma a tutte quelle persone che vogliono continuare a indagare criticamente la condizione umana nelle società del cambiamento.

Trasformazioni del lavoro nell`economia della conoscenza

 

Il libro del nuovo conflitto tra capitale e lavoro
Il libro del nuovo conflitto tra capitale e lavoro

 

 

 

 

 

 

In un’epoca di capitalismo “cognitivo” la conoscenza è uno dei fattori che più connotano il sistema di produzione. Tutto questo ha dato vita aun più ampio dibattito teorico che interviene sui paradigmi classici dell’economia politica, cambiandone in parte anche le definizioni. La discussione riguarda concetti come lavoro, mezzi di produzione, proprietà intellettuale, profitto… e analizza non solo i loro contenuti in relazione alle trasformazioni economiche degli ultimi 20-30 anni, ma anche le ricadute sociali

Economia della conoscenza e lavoro nella conoscenza sono i temi affrontati in questo libro a più voci. Soprattutto il tema dl lavoro che sta assumendo connotazioni per volti versi inedite, ma che spesso trovano risposte e soluzioni vecchie (nelle ricette liberiste). Un lavoro con altissimo livello di competenze e saperi che sta conoscendo il più alto grado di precarietà di tutti i tempi.

Dalle analisi alle esperienze, un tentativo di offrire una lettura di quanto sta accadendo e una risposta il più possibile democratica e partecipativa

 

BIOPOLITICHE DEL LAVORO – Mimesis

Mimesis

 

Descrizione

Sfruttando le risorse offerte dalla nozione foucaultiana di biopolitica, questo volume collettivo cerca di analizzare le trasformazioni occorse negli ultimi anni nel mondo del lavoro. La nuova configurazione dell’azienda flessibile, i fenomeni di precarizzazione, le tecniche aziendali di motivazione e di controllo dei dipendenti, le mutazioni del lessico organizzativo, tendenti a trasformare l’azienda in una “forma di vita” che è in grado di prendersi cura di ogni aspetto della vita dei dipendenti: questi i principali temi trattati nel volume. La sfida teorica che gli autori presenti nel volume cercano di raccogliere consiste dunque nel cercare di rispondere alla domanda seguente: quali forme può assumere il confronto politico oggi, in un momento in cui la sfera economica tende a imporsi quale unico orizzonte di senso, capace di inglobare in sé ogni possibile discorso alternativo sulla gestione della vita collettiva?

 

Dialoghi e Ombre – Poesie 1973-1984

 

Descrizione

La raccolta delle mie poesie fino al 1984.

 

Il decennio digitale – Raccolta saggi e interventi

 

La raccolta di alcuni interventi e saggi sulla trasformazione introdotta dalle tecniche digitali nel decennio 1994-2004.

 

Rispondi