Prism: il mondo scopre il lato oscuro del digitale

Con un articolo su il media più anziano, il giornale cartaceo, il mondo si accorge di cosa si nasconde dietro le potenzialità di controllo della rete.

Ora ci sono commenti scandalizzati sul controllo di milioni di americani. Gli USA si scoprono più simili ai cinesi o agli iraniani ai quali vorrebbero portare il loro modello di civiltà.

Ma chissà perchè fa scandalo se a controllare tutto sia un governo e sia assolutamente accettabile se lo realizza una azienda privata!

Il tema vero, quindi, non è lo scandalo ma è legato al modello con il quale si fa innovazione.

E’ questo il dibattito che si deve aprire nel mondo.

C’è un modo per gestire l’innovazione in maniera da rispettare i diritti dei cittadini e garantire i vantaggi che l’innovazione comporta: la messa in discussione della potenza delle grandi società del controllo che vivono sul modello della rete e la costruzione di un modello di rete che sia tecnologicamente e socialmente sostenibile.

Si può fare, basta perdere la sudditanza psicologica e politica nei confronti di Big Data!

Noi, insieme a molti ci proviamo.

Net Left (www.netleft.eu)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.